Appalti

Il nuovo Codice appalti, che conferma l’impianto del testo preliminare del 3 marzo 2016 e la formulazione in base alla legge delega del 28 gennaio 2016, n. 11, approvata dalle Camere il 14 gennaio 2016, contiene recepimenti dei pareri del Consiglio di Stato, delle Commissioni parlamentari competenti e della Conferenza Unificata. Trattandosi di norma ordinamentale, non comporta nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Prevede una disciplina transitoria, nel passaggio dal vecchio al nuovo Codice, per dare certezza di riferimento alle stazioni appaltanti e ai soggetti coinvolti.

Il Governo recepisce quindi in un unico decreto, passando dagli oltre 2.000 articoli del vecchio codice agli attuali poco superiori ai 200, le direttive appalti pubblici e concessioni e riordina la disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture e contratti di concessione, esercitando così la delega e recependo le direttive europee nei tempi previsti al passo con gli altri paesi europei

Eventi 2017:

  1. 1.Il Nuovo Codice dei Contratti pubblici e la sua applicazione in Sicilia Il d.lgs. n. 50/2016 e la legge regionale siciliana n.12/2011”
    Catania 30 marzo 2017, Palermo 4 maggio 2017
    Partner: Confcooperative Sicilia;
  2. Corso Il codice Appalti e le modifiche apportate dal decreto correttivo
    Milano 21 giugno 2017 / Catania 29 giugno 2017;
  3. Corso Il codice Appalti e le modifiche apportate dal decreto correttivo di Aprile 2017
    Roma 12 dicembre 2017.
    Partner: Oracle Italia;

Scrivici per richiedere informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close